Derivati Mps, rinviati a giudizio Profumo e Viola

27 Aprile 2018, di Alberto Battaglia

Il gup di Milano Alessandra Del Corvo ha rinviato a giudizio gli ex amministratori di Mps Alessandro Profumo e Fabrizio Viola nell’ambito del processo sui derivati della banca senese. Le accuse sono di aggiotaggio e falso in bilancio, nell’ambito delle contabilizzazione dei derivati Santorini e Alexandria, contratti rispettivamente con Deutsche Bank e Nomura. Rinviato a giudizio anche l’ex presidente del collegio sindacale di Mps, Paolo Salvatori. Il processo avrà inizio il prossimo 17 luglio.

“Sono sorpreso ma confermo con determinazione di essere sereno per le scelte fatte in Mps”, ha dichiarato Profumo attuale ad di Leonardo-Finmeccanica, “dimostreremo di aver sempre operato correttamente nell’interesse dell’istituto e dei suoi azionisti, peraltro in stretta collaborazione con Banca d’Italia e Consob, e riconfermo la mia totale fiducia nella magistratura”.