Deloitte: Instant Payment avrà un prezzo per le banche

6 Giugno 2017, di Alberto Battaglia

La diffusione delle tecnologie di Instant Payment, in grado di velocizzare drasticamente i tempi di trasferimento di denaro, andrebbero intaccare notevolmente i ricavi del business dei pagamenti per le banche: è quanto è emerso nel corso della presentazione dell’indagine Deloitte condotta sul tema questa mattina a Milano. Entro il 2020 le banche potranno perdere sino al 29,5% dei ricavi del business dei pagamenti rispetto ai livelli raggiunti nel 2015; ciononostante la diffusione degli Instant Payment contribuirà a mitigare i costi sociali derivanti dall’utilizzo del contante (8-10 miliardi in Italia. Entro i prossimi 5 anni sono previste nel nostro Paese 300 milioni di Instant Payment, che saliranno a 500 milioni entro 7 anni.