Deficit: Dijsselbloem apre alla semplificazione della vigilanza

19 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – “Contrariamente a quanto molti dicono il consolidamento dei bilanci nella zona euro è stato graduale non radicale”. Queste le parole del presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem che ha discusso delle politiche dei ministri finanziari della zona euro con i deputati europei, aprendo alla semplificazione dei parametri di riferimento della vigilanza sulle politiche di bilancio.

“La gente non capisce nulla di quanto stiamo facendo, è quasi impossibile spiegare, uno degli indicatori da semplificare è il deficit strutturale, difficile da predire e difficile da calcolare”.

È di qualche mese fa la proposta della Commissione Ue per la semplificazione dei parametri di analisi che sottostanno alle raccomandazioni sui bilanci pubblici. Ora la questione riguarda la fondatezza economica delle raccomandazioni sulla correzione dei saldi strutturali di bilancio, uno dei temi sui quali il governo italiano chiede un chiarimento.