Defence Tech Holding debutta in Borsa, il titolo vola di oltre il 38%

29 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Defence Tech Holding sbarca a Piazza Affari, debuttando sul mercato Euronext Growth Milan (ex Aim Italia). Si tratta della venticinquesima ammissione da inizio anno sul mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese e porta a 156 il numero delle società attualmente quotate su Euronext Growth Milan. In fase di collocamento Defence Tech ha raccolto 25 milioni di euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 28% e la capitalizzazione di mercato all’Ipo è pari a 89,4 milioni.

Il titolo della società a capo di un gruppo tra i principali leader nel mercato italiano nei settori della cyber security, dei big data, dell’intelligence, dello spazio, della sicurezza e della difesa nazionale sale nel suo primo giorno di scambi di oltre il 38% a 4,85 euro. Nelle scorse settimane il consiglio di amministrazione della società ha fissato l’intervallo di prezzo tra un prezzo minimo di 3,30 euro per azione ad un prezzo massimo di 4 per azione, equivalente ad un equity value pre-money compreso tra circa 60,7 milioni e 73,6 milioni con un flottante pari a circa il 30%.

Il gruppo Defence Tech ha chiuso il 2020 con un fatturato superiore a 17 milioni. Nello stesso periodo l’Ebitda adjusted è risultato pari a 3,5 milioni. Al 30 giugno 2021 il gruppo ha registrato un fatturato pdi 9,6 milioni e un Ebitda rettificato che ha già raggiunto 3,5 milioni in soli sei mesi.