Danske Bank a picco su rumor di mirror trading per clienti russi

5 Ottobre 2018, di Mariangela Tessa

Crollano ai minimi di quattro anni le azioni di Danske Bank (-9,8%), dopo che le indiscrezioni stampa del channo rivelato che la banca danese avrebbe eseguito fino a 8,5 miliardi di euro di operazioni di trading controverse (‘mirror trading’) per aiutare i clienti russi a spostare i soldi da un paese all’altro.

Si tratta di una tecnica di trading che basandosi sugli algoritmi replica le posizioni e le strategie dei trader più esperti sul Forex. I fatti risalgono al 2013. I clienti russi compravano titoli in rubli e rivendevano pezzi identici in cambio di monete straniere come dollari Usa. Sono pratiche di trading legalmente lecite, ma che spesso sono associate ad attività criminali di riciclaggio.