Dall’Aim all’Egm: anche Piazza Affari può contare su mercato capitali per le Pmi su scala europea

di Redazione Wall Street Italia
28 Aprile 2022 11:48

Il mercato Euronext Growth Milan (ex Aim Italia) ha registrato una crescita senza precedenti dal 2017-2021 con 146 Ipo, di cui circa l’80% rappresentato da Pmi, sulla spinta di provvedimenti legislativi, come il credito d’imposta sui costi di quotazione e il lancio dei Pir. Oggi le società quotate sono 176 per una capitalizzazione complessiva di 11,4 miliardi di euro. L’introduzione del Bonus Ipo ha di fatto “alimentato un circolo virtuoso e ha rappresentato un passo importante nella cultura del mercato dei capitali in Italia” con effetti positivi su occupazione e Pil, contribuendo a colmare l’enorme divario tra la Piazza finanziaria nazionale e quella di altri Paesi. Adesso anche la Borsa Italiana ha un mercato dei capitali per le Pmi di livello europeo.

Lo sviluppo del mercato dalla nascita e le potenzialità della sua evoluzione sono stati illustrati ieri da Anna Lambiase in occasione della presentazione del libro «La quotazione in Borsa delle PMI – Esperienze imprenditoriali di successo su Euronext Growth Milan». L’obiettivo principale è quello di fornire una guida alla quotazione e un quadro aggiornato delle prassi del mercato di Borsa Italiana dedicato alla crescita delle Pmi. Una nuova edizione, la quarta, che nasce dalla sua continua attività di analisi finanziaria e monitoraggio dei mercati borsistici che IR Top Consulting, boutique finanziaria di cui l’autrice è fondatore e ceo, ha dedicato alle Pmi trasformandole in ‘piccole multinazionali’ che scelgono la Borsa per accelerare il proprio progetto di crescita.

“La quotazione in Borsa non è solo un’operazione di finanza straordinaria ma una strategia di crescita per le imprese volta a favorire lo sviluppo dimensionale e industriale”, ha sottolineato Anna Lambiase che presenterà il prossimo 5 maggio il libro presso la Camera dei Deputati.