Dall’Aim all’Egm: anche Piazza Affari può contare su mercato capitali per le Pmi su scala europea

28 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Il mercato Euronext Growth Milan (ex Aim Italia) ha registrato una crescita senza precedenti dal 2017-2021 con 146 Ipo, di cui circa l’80% rappresentato da Pmi, sulla spinta di provvedimenti legislativi, come il credito d’imposta sui costi di quotazione e il lancio dei Pir. Oggi le società quotate sono 176 per una capitalizzazione complessiva di 11,4 miliardi di euro. L’introduzione del Bonus Ipo ha di fatto “alimentato un circolo virtuoso e ha rappresentato un passo importante nella cultura del mercato dei capitali in Italia” con effetti positivi su occupazione e Pil, contribuendo a colmare l’enorme divario tra la Piazza finanziaria nazionale e quella di altri Paesi. Adesso anche la Borsa Italiana ha un mercato dei capitali per le Pmi di livello europeo.

Lo sviluppo del mercato dalla nascita e le potenzialità della sua evoluzione sono stati illustrati ieri da Anna Lambiase in occasione della presentazione del libro «La quotazione in Borsa delle PMI – Esperienze imprenditoriali di successo su Euronext Growth Milan». L’obiettivo principale è quello di fornire una guida alla quotazione e un quadro aggiornato delle prassi del mercato di Borsa Italiana dedicato alla crescita delle Pmi. Una nuova edizione, la quarta, che nasce dalla sua continua attività di analisi finanziaria e monitoraggio dei mercati borsistici che IR Top Consulting, boutique finanziaria di cui l’autrice è fondatore e ceo, ha dedicato alle Pmi trasformandole in ‘piccole multinazionali’ che scelgono la Borsa per accelerare il proprio progetto di crescita.

“La quotazione in Borsa non è solo un’operazione di finanza straordinaria ma una strategia di crescita per le imprese volta a favorire lo sviluppo dimensionale e industriale”, ha sottolineato Anna Lambiase che presenterà il prossimo 5 maggio il libro presso la Camera dei Deputati.