Crisi migranti: Slovenia chiude la rotta balcanica

9 Marzo 2016, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – Il premier sloveno Miro Cerar ha deciso di chiudere la rotta balcanica , sbarrano così l’accesso ai profughi che solo nel 2015 sono arrivati a raggiungere quota 1 milione. Il governo serbo ha confermato che adotterà le stesse restrizioni della Slovenia, accettando dalla mezzanotte solo immigrati con passaporti e visti validi per l’area Schengen.

“Un chiaro segnale ai trafficanti e ai migranti irregolari che questa rotta non esiste più” – ha affermato il premier Cera che ha preso questa decisione all’indomani del vertice tra Ue e Turchia proprio per fronteggiare l’emergenza migranti.

“In futuro i migranti potranno raggiungere la Slovenia soltanto se vogliono richiedere asilo nel Paese e sono possibili eccezioni, ma solo in casi singoli per motivi umanitari”