Crif, credito alle famiglie: tasso default scende all’1,2% con moratorie

23 Giugno 2021, di Alessandra Caparello

L’applicazione della moratoria prevista dal Decreto Cura Italia ha consentito di sospendere il pagamento delle rate sui finanziamenti in essere. Come emerge dalle ultime rilevazioni presentate nell’Osservatorio sul Credito al Dettaglio – realizzato da Assofin, CRIF e Prometeia – il tasso di default a 90 giorni del credito alle famiglie considerato nel suo complesso (quindi mutui immobiliari e credito al consumo) ha fatto registrare una ulteriore riduzione passando dall’1,4% di fine 2020 all’1,2% di marzo 2021.

Per quanto riguarda la definizione a 90 giorni, il tasso di default del credito al consumo è passato dall’1,9% di settembre 2020 all’1.8% di fine anno per scendere ancora fino all’1.6% del primo trimestre del 2021. Per i mutui immobiliari, invece, il tasso di default è sceso dall’1,4% di settembre 2020 all’1,3% di fine anno per attestarsi all’1,2% a fine marzo 2021.