Corte Ue, le aziende possono vietare il velo islamico al lavoro

14 Marzo 2017, di Alberto Battaglia

La Corte di Giustizia Europea ha emesso una sentenza nella quale viene consentito ai datori di lavoro di proibire ai dipendenti l’uso di segni religiosi visibili, come il velo musulmano. Il caso è stato sollevato da due donne che, per via della propria reticenza di fronte alla richiesta di togliere il velo islamico sul posto di lavoro, sono state licenziate in Belgio e Francia. “Una regola interna che proibisca d’indossare segni visibili di qualsivoglia idea politica, religiosa o filosofica non costituisce discriminazione diretta”, ha sentenziato la Corte.
Nel caso belga la donna era impiegata come receptionist presso la G4S Secure Solutions, la quale vieta esplicitamente l’uso di segni religiosi visibili. La donna è stata licenziata in seguito al suo rifiuto di rispettare tale regola.