Corte di giustizia Ue: aziende rispettino i limiti dell’orario di lavoro

15 Maggio 2019, di Alessandra Caparello

Le imprese dell’Unione europea devono istituire un sistema per registrare le ore di lavoro giornaliero dei loro dipendenti. Così una sentenza della Corte di giustizia europea che impone a tutti gli Stati membri  di garantire che i datori di lavoro istituiscano sistemi necessari per far rispettare i limiti legali sull’orario di lavoro.

In una dichiarazione, la Corte ha affermato che, per garantire i diritti dei lavoratori ai sensi della direttiva UE sull’orario di lavoro e della Carta dei diritti fondamentali, gli Stati membri “devono esigere che i datori di lavoro istituiscano un sistema obiettivo, affidabile e accessibile che consenta di misurare la durata del tempo di lavoro giornaliero di ciascun lavoratore”.