Corte Conti: pressione fiscale su imprese italiane 25 punti sopra media Ue

5 Aprile 2017, di Daniele Chicca

Le aziende italiane sono tra le più tartassate dal fisco di tutta Europa. Lo rileva la Corte dei Conti che nel suo rapporto del 2017 sulla finanza pubblica ha posto l’accento non solo sulla “pressione fiscale tra le più elevate dei paesi Ue“, ma anche sul “total tax rate”. Quello stimato per un’impresa di medie dimensioni testimonia di un carico fiscale complessivo (societario, contributivo, per tasse e imposte dirette) che penalizza l’operatore italiano in misura (64,8%) eccedente 25 punti percentuali l’onere per l’omologo imprenditore dell’area Ue/Efta”.

Il rapporto si focalizza anche sul cuneo fiscale che “colloca al livello più alto la differenza fra costo del lavoro a carico dell’imprenditore e reddito netto del lavoratore”, ben 10 punti sopra l’onere medio ne resto d’Europa.