Cina taglia percentuale riserve banche, per Borsa seduta peggiore da inizio 2016

8 Ottobre 2018, di Mariangela Tessa

Mercato azionario cinese sotto pressione, dopo che la Banca centrale, per la quarta volta da inizio anno, ha comunicato, a partire dal 15 ottobre, un taglio di 100 punti base delle Reserve requirement ratio (RRR), in pratica l’ammontare di obbligazioni che le banche devono detenere come riserva, come misura di stimolo all’economia.

La decisione libererà 1,2 mila miliardi di yuan, ovvero 175 miliardi di dollari. L’RRR è attualmente del 15,5 percento per le grandi banche commerciali e del 13,5 percento per i piccoli istituti di credito.

Pesante l’impatto della notizia sulle borse cinesi: occhi puntati su Shanghai, che registra un forte calo del 3,19%. Fa peggio Shenzhen che scende del 3,27%. Segno meno anche per Hong Kong (-0,35%), Seoul (-0,39%) e Taiwan (-0,58%). L’indice CSI 300 ha subito il calo più pesante da febbraio 2016. Weekend lungo invece per la Borsa di Tokyo che rimane chiusa per festività e riaprirà regolarmente i battenti domani martedì 9 ottobre.