Cina, crescono di 13 miliardi di dollari le riserve valutarie a giugno

8 Luglio 2016, di Alberto Battaglia

La banca centrale della Cina (Pboc) ha annunciato che le proprie riserve di valuta sono aumentate a giugno di 13 miliardi di dollari a 3.210 miliardi di dollari, il più forte incremento degli ultimi 14 mesi. La notizia ha colto di sorpresa gli analisti, secondo Morgan Stanley si tratta del segnale che indica una minore pressione da parte dei deflussi di capitale. Secondo
Julian Evans-Pritchard e Mark Williams di Capital Economics, i deflussi di capitale “sono molto più gestibili rispetto a fine 2015 e inizio 2015; ciononostante se la Pboc continua a lasciar deprezzare il renminbi sul dollaro, c’è il rischio che preoccupazioni più serie sulla traiettoria del cambio porti a un altro aumento dei deflussi di capitale”.