Chiusi 2 market del dark web, Economist: altri “colmeranno il vuoto”

27 Luglio 2017, di Alberto Battaglia

A distanza di circa una settimana dallo smantellamento di AlphaBay e Hansa, due dei maggiori portali per il commercio di merci illegali attraverso il dark web, l’Economist mette in guardia sulla resistenza di questo settore: l’emersione di nuovi canali sarebbe solo questione di tempo. Sui due portali chiusi da Fbi, Dea ed Europol venivano smerciati oltre 350mila prodotti illegali come armi e droga. I precedenti non mancano, come mostra uno studio firmato dagli esperti informatici Nicolas Christin e Kyle Soska: Silk Road, il più famoso di questi servizi di e-commerce illegale fu chiuso dall’Fbi, prima che riaprisse con il nome di Silk Road 2 per poi incorrere nuovamente nella chiusura (a fine 2014). Ogni volta che queste realtà vengono assaltate, altre ne prendono il posto “in un gioco senza fine”, scrive l’Economist.