Bufera Credit Suisse, si dimette a.d. Thiam dopo scandalo spionaggio

7 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

Credit Suisse ha annunciato di aver accettato le dimissioni dell’amministratore delegato, Tidjane Thiam, dopo uno scandalo per spionaggio. Lascerà la banca il 14 febbraio. Gli succederà Thomas Gottstein che guida attualmente la filiale elvetica dell’istituto.

L’istituto ha anche reso noto che il presidente Urs Rohner mantiene il pieno appoggio del board per completare il suo mandato, che scade ad aprile 2021.