Btp Green 2045: ordini 11 volte quantitativo offerto, quasi la metà va a investitori ESG

21 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

La riapertura via sindacato del BTP Green 30 aprile 2045, il titolo di Stato dedicato al finanziamento delle spese sostenute dallo Stato a positivo impatto ambientale, ha visto la partecipazione di circa 350 investitori per una domanda complessiva di oltre 55 miliardi di euro, ossia 11 volte i 5 mld allocati. Rilevante è stata la partecipazione di investitori ESG (Environmental, Social and Governance) che hanno sottoscritto quasi la metà del collocamento.

I dettagli del collocamento comunicati dal Tesoro evidenziano come complessivamente ai fund manager è stato allocato il 45% del collocamento, mentre le banche ne hanno sottoscritto il 34%. Elevata è stata la partecipazione degli investitori con un orizzonte di investimento di lungo periodo, che hanno acquistato il 18% dell’emissione (in particolare il 12% è stato allocato a fondi pensione e assicurazioni, il 6% a banche centrali ed istituzioni governative). Agli hedge fund è stato allocato circa il 2% dell’ammontare complessivo mentre le imprese non finanziarie hanno partecipato all’emissione con una quota residuale pari all’1%.

La distribuzione geografica del titolo è stata diversificata, con una partecipazione che ha visto il coinvolgimento di oltre 30 paesi: gli investitori esteri si sono aggiudicati circa il 70% dell’emissione, mentre gli investitori domestici ne hanno sottoscritto il 30%.

Tra gli investitori esteri, di rilievo è stata la quota sottoscritta da investitori residenti nel Regno Unito (circa il 19%). Il resto del collocamento è stato allocato in larga parte in Europa continentale, ed in particolare in Germania, Austria e Svizzera (15%), in Francia (9%), nei paesi della penisola iberica (10%), nei Paesi Scandinavi (7%), in altri paesi europei (8%). Al di fuori dell’Europa, gli investitori provenienti da Stati Uniti si sono aggiudicati circa lo 0,5% dell’emissione mentre il resto dell’emissione è sottoscritto da investitori residenti in altri paesi.