Brexit, Valls: “serve accordo ma non ad ogni costo. Ue rischia frattura”

21 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

PARIGI (WSI) – “Una Brexit sarebbe senza dubbio una cosa cattiva, molto cattiva”. Così il premier francese Manuel Valls parlando con i giornalisti in merito all’ipotesi di uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea.

“Ci deve essere un accordo, ma non a ogni costo”, così ha specificato. Il riferimento è alle quattro richieste avanzate dal premier inglese, David Cameron, all’Ue per garantire la presenza della Gran Bretagna nell’eurozona e il punto più controverso riguarda la previdenza sociale a beneficio degli immigrati dalla Ue, con una moratoria di quattro anni sulla concessione di sussidi.

Si attende così il vertice europeo del 18 e 19 febbraio ma Donald Tusck, presidente del Consiglio Ue  avverte: “non ci saranno compromessi su valori fondanti, come la non-discriminazione e la libertà di circolazione”.

Valls ha anche detto che l’Unione Europea dovrà affrontare il rischio di una “frattura” nel “mesi a venire” a causa delle diverse crisi che la minacciano, come l’immigrazione, il terrorismo, il populismo e la stessa Brexit.