Brexit, Ue ufficializza proposta per traslocare le clearing houses londinesi

14 Giugno 2017, di Alberto Battaglia

La Commissione Ue ha presentato un progetto di legge che potrebbe portare al trasloco delle clearing houses che trattano derivati in euro, perlopiù localizzate a Londra, in Paesi appartenenti all’Unione Europea. Secondo la proposta dell’esecutivo Ue le clearing houses dovranno sottostare alle regole europee e al controllo dell’Esma quando trattino derivati di importanza sistemica.

“La continua sicurezza e stabilità del nostro sistema finanziario rimane una priorità chiave” ha precisato a Strasburgo il vice presidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis.

Sarebbe l’Esma (l”Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati) ad avere la facoltà di richiedere il passaggio di una stanza di compensazione sul territorio comunitario e a decidere sarebbe la Commissione europea.