Brexit: “colpo da 338 miliardi per le fusioni societarie”

25 Luglio 2016, di Alberto Battaglia

I volumi di fusioni e acquisizioni (M&A) nel Regno Unito rischia di subire una battuta d’arresto da 338 miliardi di dollari entro il 2020 a causa della Brexit; nel mondo, invece, tale cifra potrebbe raggiungere addirittura i 1.600 miliardi: lo ha dichiarato lo studio legale Baker & McKenzie. Secondo Michael DeFranco global chair per le M&A presso Baker & McKenzie il mercato delle fusioni si basa tutto su fiducia e credibilità: per questo la Brexit può essere una minaccia. In un’intervista rilasciata all’emittente Cnbc, DeFranco ha precisato che “per recuperare quella fiducia il governo britannico avrà bisogno di fare i conti con l’enorme sfida di negoziare un nuovo rapporto di commerciale con l’Ue nel più breve tempo possibile . In caso contrario, ci muoviamo in un territorio sempre più pericoloso”.