Brexit: colloqui in una fase di stallo, sterlina paga dazio sul dollaro

31 Agosto 2017, di Daniele Chicca

Sul mercato valutario, va male anche alla sterlina e non solo all’euro quest’oggi. La divisa britannica non è stata capace di tenere il livello psicologico di $1,29, pagando i commenti negativi del capo dei negoziati sulla Brexit per l’Ue. Michel Barnier ha detto che le richieste del Regno Unito sul conto per il divorzio sono “inaccettabili“, in quanto giudicate troppo basse.

Le trattative sono entrate in una fase di stallo e la sterlina perde lo 0,4% contro il dollaro a quota $1,2871. Per Barnier “non sono stati fatti progressi decisivi” sulle questioni più importanti con il terzo round delle trattative tra Bruxelles e Londra.