Borse: taglio tassi Fed non basta, listini europei in profondo rosso

16 Marzo 2020, di Mariangela Tessa

Avvio in profondo per le Borse europee. La maxi manovra monetaria espansiva annunciata nella tarda serata di ieri dalla Federal Reserve, che ha tagliato i tassi all’intervallo 0-0,25% (ai livelli della grande crisi del 2008) e stanziato 700 miliardi per comprare Treasury e mutui cartolarizzati sul mercato, non basta.

Nelle prime battute, le principali piazza Europee, compresa piazza Affari, registrano perdite intorno al 5%.

Avvio poco mosso nelle primissime battute per lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario dei titoli di Stato Mts. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari scadenza tedesco è indicato a 238 punti base dai 239 punti base del finale di venerdì quando aveva toccato i 270 punti base in apertura. Fermo anche il rendimento del decennale benchmark italiano che si muove in avvio all’1,82%, stesso valore del closing di venerdi’ quando era tornato sopra la soglia del 2 per cento.