Borse Shanghai e Hong Kong plaudono a dati export Cina e rumor quarantena turisti, borsa Tokyo +0,86% con speranze nuovi stimoli

7 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Azionario asiatico misto, con le borse di Shanghai (in rialzo dell’1,3%) e Hong Kong (+0,95%) positive dopo la diffusione del dato relativo alla bilancia commerciale della Cina, che ha messo in evidenza un balzo delle esportazioni cinesi pari a +25,6% su base annua ad agosto, meglio del rialzo del 17,1% atteso dal consensus.

Alla borsa di Hong Kong, in evidenza i titoli delle società retail, dopo che Bloomberg ha riportato indiscrezioni, secondo cui Hong Kong inizierà a permettere l’ingresso dei turisti in arrivo dalla Cina, a partire dal prossimo 15 settembre, senza obbligo di quarantena.

Chow Sang Sang in rialzo del 4% circa, Giordano International +2,5%, Sa Sa International è balzata di oltre il 5%.

La borsa di Tokyo ha vissuto un’altra sessione positiva, scommettendo sull’arrivo in Giappone di nuovi stimoli, che sono stati auspicati da Fumio Kishida, candidato chiave a prendere il posto del dimissionario premier Yoshihide Suga. L’indice Nikkei 225 ha chiuso in progresso dello 0,86% a 29.916 punti circa.

Protagonista oggi anche la RBA, Reserve Bank of Australia, banca centrale dell’Australia, che ha lasciato i tassi principali di riferimento invariati allo 0,10%, confermando allo 0,10% il target dei rendimenti dei titoli di stato a tre anni, come da attese.

L’RBA ha sorpreso tuttavia i mercati, dichiarando che il piano di tapering seguirà la tabella di marcia precedentemente annunciata, in quanto a suo avviso l’economia australiana si riprenderà dalla crisi che sta vivendo nuovamente a causa della pandemia Covid-19, sulla scia della diffusione della variante Delta, che si è tradotta in nuove misure di lockdown.

Nel mese di luglio la banca centrale aveva deciso che, dalla metà di settembre, avrebbe ridotto l’ammontare dei titoli di stato australiani che acquista sul mercato secondario ogni settimana, per un valore di $5 miliardi la settimana, tagliando gli acquisti a $4 miliardi la settimana, e portando avanti la riduzione fino al febbraio del 2022. Oggi, l’RBA ha confermato quel piano di tapering. La borsa di Sidney è piatta con una variazione pari a -0,05%. Tra le altre borse, Seoul in calo dello 0,58%.