Borse europee sprint, unica eccezione Londra

13 Dicembre 2019, di Mariangela Tessa

Le Borse europee, tranne Londra, festeggiano i risultati delle elezioni nel Regno Unito che hanno visto una netta vittoria dei Conservatori di Boris Johnson.

Il Ftse Mib ha avviato le contrattazioni in rialzo dell’1,2%, il Dax30 a Francoforte dell’1,2%, il Cac40 a Parigi dell’1,4%, l’Ibex35 a Madrid dell’1,66% mentre il Ftse100 a Londra scende dello 0,54%, appesantita dal balzo della sterlina.

Il cambio euro/dollaro si attesta a 1,1165 (1,1122 alla vigilia), e 122,442 yen (121,36), con il cross dollaro/yen a 109,63 (109,1).

In rialzo il prezzo del petrolio: il contratto sul Wti consegna gennaio sale dello 0,6% a 59,54% e il Brent del Mare del Nord consegna Febbraio sale dello 0,78% a 64,7 dollari al barile.