Borse europee in profondo rosso, pagano incertezza risultati elezioni Usa

4 Novembre 2020, di Mariangela Tessa

Avvio in profondo rosso per le borse europee sulla scia dell’incertezza dei risultati delle elezioni Usa. Non c’è stata la vittoria netta sulla quale avevano scommesso i mercati europei a inizio settimana mentre si è verificato lo scenario più temuto dagli investitori.

Milano  perde l’1,89%, Parigi l’1,16% e Francoforte l’1,5%.  In più, il presidente uscente ha appena dichiarato di aver già’ vinto le elezioni e che ricorrerà alla Corte suprema, preannunciando una battaglia legale. In questo quadro, il vincitore potrebbe arrivare tra molto tempo.
Sul mercato valutario, il dollaro si rafforza sulle principali valute e spinge l’euro a 1,1649 dollari (da 1,1735) mentre il dollaro/yen si attesta a 104,89 (104,5) e l’euro/yen a 122,21. Anche sul petrolio pesa l’incertezza del voto Usa, nonostante il forte ribasso delle scorte americane: il Wti scende dello 0,9% a 37,32 dollari mentre il Brent scende dello 0,10% a 39,69 dollari.