Borse europee in positivo, Milano paga stacco cedole e cali banche

21 Novembre 2016, di Daniele Chicca

In una seduta altalenante per le principali Borse d’Europa, Piazza Affari continua a pagare l’effetto cedole, che pesano sullo 0,29% sull’indice, e le tensioni sul settore bancario. Il Ftse MIB è in flessione dello 0,13% a 16.245 punti al momento. Londra è piatta, Parigi e Francoforte guadagnano lo 0,7% e lo 0,47% rispettivamente.

Mps cede circa il 4% a ridosso dell’assemblea che si riunirà giovedì per decidere sul piano di ricapitalizzazione e messa in sicurezza dell’istituto. Oggi è invece convocato il consiglio di amministrazione della banca per approvare il trasferimento al Fondo Atlante 2 di crediti deteriorati netti per 9 miliardi. Male fanno anche Mediobanca (-3,5% nel giorno dello stacco della cedola) e Azimut. Luxottica guadagna l’1,4% nel giorno in cui dalle pagine del Corriere Economia il patron Leonardo Del Vecchio ha dipinto gli scenari futuri per l’azienda