Borse europee: avvio in rosso, a Milano banche sotto i riflettori dopo rinvio dividendi

30 Marzo 2020, di Mariangela Tessa

Avvio in calo per le Borse europee che scivolano in rosso scontando ancora il mancato accordo in sede di Consiglio Europeo per una risposta comunitaria all’emergenza Covid 19. Nelle prime battute a Milano il Ftse Mib cede il 2%, Parigi cede l’1,9% mentre Francoforte perde l’1%; Londra -1,7%.

A Piazza Affari in primo piano il caso dei dividendi bancari dopo la raccomandazione espressa dalla Bce di rinviarne la decisione sulla distribuzione. Unicredit (-5%), Banca Mediolanum (-4%) e Banca Generali (-3%) hanno già comunicato il rinvio; Intesa Sanpaolo (-4,9%) ne discuterà domani in cda. Mediobanca cede il 5,8% in volatilità.

Crolla ancora il petrolio, con il future di maggio del Wti, che nella notte è sceso sotto la soglia psicologica dei 20 dollari al barile, ai minimi dal 2002, ora è in leggera risalita a 20,6 dollari (-4,8%). Tonfo anche del Brent che sempre sui contratti per maggio è scambiato a 23,5 dollari (-5,5%), a minimi da 18 anni.