Borsa Milano: Mps -2%, decisione rinvio a giudizio Mussari & Co. rimandata

22 Luglio 2016, di Laura Naka Antonelli

Piazza Affari debole, con l’indice Ftse Mib che riporta un lieve rialzo. Tra le  banche MPS cede oltre -2% in attesa di conoscere il verdetto della Bce sul suo piano per smaltire le sofferenze. Ingessati i titoli Unicredit e Intesa SanPaolo. Tra gli altri titoli bancari giù anche Bper -0,40%, BPM -1,61%, BP -1,46%, mentre è positiva Ubi Banca, con +0,50%.

Tra i titoli di altri settori, male FCA -0,64%, Mediaset -0,98%, Ferragamo -0,41%, Telecom Italia +2,12%, Saipem +1,36%, Poste Italiane -0,80%, Moncler +2,33%.

Su Mps, oggi è stato reso noto che  la decisione su rinvio a giudizio Giuseppe Mussari, Antonio Vigni e le altre 11 persone imputate a Milano nel procedimento è stata rimandata al prossimo 15 settembre, giorno in cui  i pm e gli avvocati delle difese potrebbero prendere la parola per eventuali repliche.

A quel punto il giudice si ritirerà in camera di consiglio per la decisione sulla richiesta di rinvio a giudizio presentata dai pm Mauro Clerici, Stefano Civardi, Giordano Baggio.

Il rinvio è stato disposto dal gup Livio Cristofano, titolare del procedimento attualmente in fase di udienza preliminare, al termine delle ultime arringhe difensive.

Sempre lo stesso giudice si esprimerà poi il 19 settembre riguardo patteggiamento chiesto da Mps, imputata ai sensi della legge 231 sulla responsabilità amministrativa di società per reati commessi dai propri dirigenti insieme alla giapponese Nomura e alla tedesca Deutsche Bank.