Borsa di Tokyo in rialzo dello 0,67%, Asia contrastata. Fed: pronti ad alzare tassi prima del previsto per inflazione

25 Novembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Performance contrastata per le borse asiatiche, con l’indice Nikkei 225 della borsa di Tokyo che ha chiuso in rialzo dello 0,67% a 29.499 punti circa.

Da segnalare che oggi la banca centrale della Corea del Sud ha alzato i tassi di interesse di riferimento dello 0,25% all’1%, come da attese, per far fronte all’aumento delle pressioni inflazionistiche. Nel mese di ottobre, l’inflazione del paese misurata dall’indice dei prezzi al consumo è salita del 3,2% su base annua, riportando il guadagno y/y più forte dal gennaio del 2012. La borsa di Seoul scende dello 0,35%.

L’indice Hang Seng della borsa di Hong Kong avanza di appena lo 0,10%. Sotto i riflettori il balzo di oltre +18% del titolo dello sviluppatore immobiliare Kaisa, rientrato nelle contrattazioni di Borsa. Il gruppo ha annunciato un’offerta per offrire ai detentori delle sue obbligazioni nuovi bond a scadenza estesa, al posto di quelli detenuti. Borsa di Sidney in crescita dello 0,11%, borsa di Shanghai -0,24%.

Diffuse ieri a Wall Street le minute relative all’ultima riunione del Fomc, il braccio di politica monetaria della Fed: dai verbali è emerso che la banca centrale Usa è pronta ad “aggiustare l’acquisto degli asset (dunque la riduzione degli acquisti che sta già avvenendo attualmente con il taapering) e ad alzare i tassi prima del previsto, nel caso in cui l’inflazione continuasse a salire a un ritmo più elevato rispetto ai livelli coerenti con gli obiettivi della Commissione”.