Boom petrolio, Brent balza +6%. Opec: “accordo entro oggi”

30 Novembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Impennata dei prezzi del petrolio, nel giorno della riunione dell’Opec a Vienna. Le quotazioni del Brent schizzano di oltre +3%, a $47,85 al barile, per poi salire di quasi il 6%, così come i prezzi del contratto WTI scambiato a New York.

Incidono i commenti rilasciati dal segretario generale dell’Opec e del ministro petrolifero nigeriano, secondo cui un accordo per il taglio della produzione arriverà nella giornata di oggi.  Stessa fiducia sul raggiungimento di una intesa nell’arco delle prossime ore è stata espressa dal ministro petrolifero dell’Angola e, ancora prima, da un delegato dell’Iraq.

Anche il ministro petrolifero dell’Iran, nell’ultima ora, ha affermato di avere aspettative positive sul meeting di oggi, precisando che alcune proposte dell’Opec possono essere considerate accettabili da Teheran.

Ad accelerare la fase rialzista sono le dichiarazioni rilasciate anche dal ministro dell’energia saudita, riportate da Reuters che sottolinea che “ci stiamo avvicinando” a un accordo, aggiungendo che la proposta di limitare la produzione dell’Opec a 32,5 milioni di barili al giorno è valutata con attenzione.

Questo il trend dei prezzi del petrolio negli ultimi sette giorni di contrattazioni.