Bloomberg, dazi: ecco il prezzo che pagherà l’economia globale

31 Maggio 2019, di Alessandra Caparello

L’escalation della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti potrebbe costare 600 miliardi di dollari del PIL globale entro il 2021. A dirlo un’analisi di Bloomberg ricordando che a inizio maggio, gli Stati Uniti hanno aumentato le tariffe doganali su 250 miliardi di dollari delle esportazioni cinesi al 25%, mentre la Cina ha risposto aumentando le sue tariffe su alcune merci statunitensi dal 5% al 25%.

I presidenti Donald Trump e Xi Jinping si incontreranno al vertice del G-20 di giugno, ma gli analisti temono che il crescente conflitto commerciale sarà con tutta probabilità lungo e costoso per l’economia mondiale. Gli economisti di Bloomberg in particolare stimano che entro il 2021 il PIL cinese e quello statunitense sarebbero rispettivamente dello 0,5% e dello 0,2% più bassi, rispetto a uno scenario di non guerra commerciale, mentre anche la produzione globale diminuirebbe.