Blackrock: “2015 anno record per la raccolta degli ETP domiciliati in UE”

19 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

LONDRA (WSI) – Nel 2015 la ricerca di rendimento e la rotazione azionaria verso i mercati domestici ha guidato il record della raccolta degli ETP domiciliati in Europa. Questo il risultato dell’indagine condotta da BlackRocksocietà leader a livello globale nella gestione degli investimenti e nell’offerta di servizi di gestione del rischio sia per la clientela istituzionale sia retail. Le principali evidenze del 2015 messe in luce dalla ricerca sono:

  • raccolta record di 351, 8 miliardi di dollaria livello globale per gli ETP
  • la fiducia verso i mercati azionari sviluppati ha rappresentato il tema più importante per gli ETP a livello globale.
  • a livello globale l’azionario con copertura valutaria ha raccolto 52,4 miliardi di dollari e gli ETP azionari smart beta hanno registrato ulteriori flussi di 29,3 miliardi di dollari, rappresentando insieme un terzo dei flussi azionari complessivi rispetto al 25% nel 2014.
  • mentre gli ETP azionari hanno trainato i flussi globali, i flussi sul reddito fisso hanno registrato una crescita organica, con una percentuale di asset costituiti dai nuovi investimenti del 21,6% che ha eclissato il record stabilito nel 2014. Il reddito fisso ha rappresentato il 27% della raccolta globale di quest’anno, di cui il 24% negli Stati Uniti, il 37% in Europa e il 30% in Canada.
  • a livello globale è prevalso un forte interesse per i fondi obbligazionari sovrani (soprattutto titoli del Tesoro USA), specialmente nel primo semestre dell’anno.
  • per gli ETP domiciliati in Europa,i flussi verso esposizioni azionarie sono stati pari a 50,6 miliardi di dollari, seguiti da quelli a reddito fisso per 30,3 miliardi di dollari.
  • la crescita organica degli asset investiti in ETP in Europa si attesta al 18%, il tasso di crescita più elevato degli ultimi 5 anni, superando la crescita del 11,4% negli Stati Uniti e del 11,6% a livello globale, ex Europa.

In merito alla raccolta globale ed europea degli ETP, Ursula Marchioni, Chief Strategist di iShares EMEA, ha commentato:

“Il 2015 è stato un anno record per l’industria europea degli ETP, sia per i prodotti azionari che obbligazionari. Questo trend è stato trainato da due temi principali: in primo luogo, la divergenza delle politiche delle banche Centrali con un conseguente spostamento degli asset degli investitori europei dagli Stati Uniti ai mercati domestici. In secondo luogo, gli investitori europei alla ricerca di rendimento si sono orientati verso l’obbligazionario investment grade, ad alto rendimento e prodotti di prodotti debito dei mercati emergenti emessi da società europee e statunitensi, attratti dai rendimenti rispetto ai titoli di Stato dei mercati sviluppati. Questa tendenza si è rallentata durante l’estate, quando la maggiore volatilità ha spinto molti investitori verso titoli di Stato “porto sicuro”, ma l’andamento è rimasto ben saldo durante tutto l’anno. L’industria globale ha stabilito un nuovo record annuale grazie alla crescente adozione degli ETP a reddito fisso e ai notevoli flussi registrati sui mercati sviluppati, al di fuori degli Stati Uniti. E’ stato un anno di molti “primati”, di cui due principali: il patrimonio degli ETP a reddito fisso a livello globale ha superato la soglia dei 500 miliardi di dollari la prima volta nel mese di ottobre 2015. Gli asset globali degli ETP azionari con copertura valutaria hanno superato i 100 miliardi di dollari”.