BCE spinge sul QE verde e rischio climatico

9 Luglio 2021, di Mariangela Tessa

“L’obiettivo di inflazione del 2%, il linguaggio estremamente vago sui superamenti dell’inflazione e l’inclusione del settore immobiliare nel paniere dell’inflazione sono cambiamenti marginali e ampiamente previsti.

Gli aspetti innovativi della revisione sono quelli relativi al cambiamento climatico – nel breve termine la BCE vuole costruire competenze di modellazione e fonti di dati sul rischio climatico, ma nel medio termine ha intenzione di attuare un “QE verde” (almeno per il programma di acquisto del settore corporate), essere più selettiva nell’inclusione delle obbligazioni nelle operazioni collaterali a seconda delle credenziali climatiche delle aziende, e di sottoporre l’Eurosistema a stress test considerando scenari di cambiamento climatico.

Altre banche centrali potrebbero seguire l’esempio della BCE e valutare di impegnarsi al fine di rendere più verde la politica monetaria” ha detto Paul Diggle, vice capo economista di Aberdeen Standard Investments, commentando l’annuncio di ieri della BCE.