Bce: sotto esame documenti fusione Bpm-Banco Popolare

19 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Secondo l’Ansa, alla Bce sarebbe arrivata tutta la documentazione inerente la fusione tra Bpm e banco Popolare in attesa del via libera della banca centrale al progetto.

Sui tempi non ci sono notizie certe. “A fine mese? Non dipende solo da noi. Ci sono buone intenzioni” – commenta il consigliere delegato della Bpm Giuseppe Castagna parlando con gli investitori durante la Ubs Conference – “Stiamo tutti lavorando, vediamo, ma non conta niente farcela entro una settimana o entro 15 giorni”.

“Conta la volontà delle banche ma c’è anche un regolatore (…) Chiaramente da una parte c’è la volontà delle banche e dall’altra parte c’è un regolatore. Quindi conta anche molto l’understanding, cioè dobbiamo tutti capire che tipo di operazione si sta facendo”.

Con l’occasione il consigliere di Bpm ha detto la sua in merito alla situazione del settore bancario italiano.

“C’è un discorso sull’Italia che viene percepita come la più debole del sistema bancario europeo e prende ogni tanto degli scossoni (…) ‘è parte cruciale per il problema di scaricare le banche dai crediti deteriorati. Conta più di qualsiasi decisione sulla struttura della ‘band bank”’.