Bce, Nouy: Basilea III non implicherà forti inasprimenti dei requisiti patrimoniali

21 Settembre 2016, di Alberto Battaglia

L’implementazione dei requisiti di Basilea III, la regolamentazione che interverrà con parametri più severi nella solidità del sistema bancario globale, non richiederà significativi rialzi nei requisiti patrimoniali: ne è convinto Daniele Nouy, supervisore bancario della Bce. In un’intervista rilasciata al quotidiano finlandese Helsingin Sanomat, Nouy ha dichiarato che “l’incertezza è la cosa peggiore per le banche”. “E’ molto difficile per loro pensare al loro business model fintantoché i requisiti patrimoniali non sono chiari”, ha proseguito, “ci aspettiamo, inoltre, che i requisiti di capitale non aumentaranno in modo significativo dai livelli attuali”.