Bce: no alla quota Fininvest in banca Mediolanum

26 Ottobre 2016, di Alessandra Caparello

FRANCOFORTE (WSI) – Altolà della Bce alla quota qualificata, attualmente al 30%, che la Fininvest detiene in Banca Mediolanum.

La quota di Fininvest nella banca di Ennio Doris era finita sotto i riflettori di Bankitalia tre anni ani dopo che Silvio Berlusconi era stato condannato in via definitiva per frode fiscale sui diritti tv Mediaset, perdendo così quei requisiti di onorabilità necessari per essere azionista di rilievo (cioè con almeno il 10%) in un istituto finanziario o bancario. Banca d’Italia aveva così imposto a Fininvest di cedere la quota eccedente il 9,9% ma la famiglia Berlusconi aveva presentato ricorso accolto poi dal Consiglio di Stato a marzo scorso.

Oggi un nuovo tassello: Francoforte si oppone all’acquisizione da parte della stessa Fininvest di una partecipazione qualificata in Banca Mediolanum spa.