Bce, Mersch: “non abbiamo esaurito le munizioni”

28 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – “Abbiamo ancora munizioni e armi a disposizione”, così Yves Mersch del Comitato esecutivo della Bce, in un’intervista a ‘Magazin International Bankers Forum’ in pubblicazione domani.

Mersch ha detto che la Banca centrale ha ancora munizioni a disposizione al fine di sostenere la congiuntura dell’area dell’euro e risollevare l’inflazione.

“In qualsiasi momento, possiamo aumentare la potenza di fuoco, se necessario. Abbiamo ancora munizioni e armi a disposizione (…) gli strumenti già utilizzati possono essere calibrati per ottenere un’efficacia ancora maggiore”.

In riferimento alla durata del programma di acquisto di titoli pubblici e privati, prorogato per altri sei mesi fino al marzo 2017, Mersch afferma che “il programma continua fino a che sarà necessario, fino a che l’obiettivo non sarà raggiunto in modo duraturo”.

E sul ‘lower bound’ (la soglia minima dei tassi)?

“Il Consiglio direttivo a ogni incontro valuta se l’analisi costi-benefici funziona ancora. In linea teorica, la soglia di -0,30% raggiunta oggi dai tassi non deve essere per forza la soglia minima”.