Bce: Consiglio direttivo adeguerà tutti i suoi strumenti per target inflazione al 2%

11 Novembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Nella riunione di politica monetaria di ottobre il Consiglio direttivo della Bce ha continuato a ritenere che possano essere mantenute condizioni di finanziamento favorevoli con un ritmo di acquisti netti di attività nell’ambito del programma di acquisto per l’emergenza pandemica (pandemic emergency purchase programme, PEPP) moderatamente inferiore rispetto al secondo e al terzo trimestre dell’anno.
Il Consiglio direttivo ha inoltre confermato le altre misure tese all’adempimento del mandato di stabilità dei prezzi conferito alla BCE, ovvero il livello dei tassi di interesse di riferimento, le indicazioni prospettiche (forward guidance) formulate dal Consiglio sulla loro probabile evoluzione futura, gli acquisti dell’Eurosistema nell’ambito del programma di acquisto di attività (PAA), le politiche di reinvestimento adottate dal Consiglio e le operazioni di rifinanziamento a più lungo termine. In questo contesto, sottolinea la Bce nel suo Bollettino economico, il Consiglio direttivo è pronto ad adeguare tutti i suoi strumenti, ove opportuno, per assicurare che l’inflazione si stabilizzi sull’obiettivo fissato dalla BCE del 2% nel medio termine.