Bce: almeno un governatore voleva eliminare impegno a potenziare QE

6 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Nell’ultima riunione di politica monetaria, almeno un membro del board della Bce ha sollevato l’ipotesi di togliere dal comunicato della banca centrale il riferimento alla possibilità che il programma di Quantitative Easing possa essere accelerato qualora le condizioni dovessero richiederlo. È quanto emerge dai verbali della riunione di giugno in Estonia diffusi oggi.

Alla fine però il consiglio, per manifestare la propria fiducia nel miglioramento della ripresa economica dell’eurozona, ha preferito rimuovere soltanto la possibilità che i tassi di interesse, in particolare quelli sui depositi overnight, possano essere abbassati ulteriormente (ora sono al minimo assoluto del -0,40%). Altri governatori hanno invece invitato alla prudenza su questo punto facendo leva su vari indicatori economici che continuano a indicare un’inflazione che rimane sottotono.