Bank of Japan pronta a nuovi bazooka monetari. Ma borsa Tokyo sorda: -2%

5 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Haruhiko Kuroda, numero uno della Bank of Japan, ha affermato che agirà prontamente per rafforzare le misure già ultra accomodanti di politica monetaria fino a oggi adottate, in caso di necessità, abbassando anche ulteriormente i tassi sui depositi, già negativi.

Parlando nel corso di un’audizione al Parlamento, Kuroda ha ribadito l’impegno di “adottare ulteriori manovre espansive senza esitazione”, in caso di bisogno, aumentando gli acquisti di asset e/o abbassando ancora i tassi”, che sono stati portati sotto lo zero, a -0,1% su alcuni depositi di banche commerciali, a partire dall’inizio di febbraio.

Le parole di Kuroda non hanno tuttavia sortito alcun effetto sull’azionario, con l’indice di Nikkei della Borsa di Tokyo in forte calo, -2,42% circa. Yen in rafforzamento sul dollaro nonostante le promesse di ulteriori bazooka monetari da parte della Bank of Japan. Rapporto dollaro/yen sotto quota 111, a dispetto dei titoli delle società esportatrici, che cedono sulla Borsa di Tokyo.