Bando anti migranti di Trump: primo ricorso dalle Hawai

9 Marzo 2017, di Alessandra Caparello

WASHINGTON (WSI) –  Il primo ricorso contro il bando anti migranti di Trump arriva dallo stato americano delle Hawai.

Secondo il procuratore generale, il nuovo ordine firmato dall’amministrazione del tycoon sospende ammissione dei rifugiati per 120 giorni e blocca la concessione dei visti per i viaggiatori provenienti da Siria, Iran, Libia, Somalia, Yemen e Sudan, esentando l’Iraq, ma è sostanzialmente identico al primo. Così il procuratore generale Doug Chin:

“Non è cambiato nulla in sostanza: cè lo stesso divieto totale agli ingressi da Paesi a maggioranza musulmana (meno uno) (…) I tribunali non hanno tollerato l’ultimo tentativo di ingannare la magistratura e non dovrebbero tollerare neppure questo”.