Banco Popolare: dettagli su aumento capitale prima di fusione con BPM

5 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Si terrà il 7 maggio a Verona l’assemblea del Banco Popolare che dovrà approvare l’aumento di capitale da 1 miliardo di euro in vista della fusione con la Banca Popolare di Milano, BPM.

L’assemblea dovrà decidere la “proposta di attribuzione al consiglio di amministrazione della delega ad aumentare a pagamento e in via scindibile, in una o più volte, il capitale sociale, mediante emissione di azioni ordinarie”.

“Il Cda avrà ogni più ampia facoltà di stabilire di volta in volta nell’esercizio della delega entro il periodo di 18 mesi dalla data della deliberazione assembleare, nel rispetto dei limiti sopra indicati, modalità, termini e condizioni dell’operazione, ivi compresi il prezzo di emissione, comprensivo di eventuale sovrapprezzo delle azioni e/o delle obbligazioni convertibili (con facoltà di conversione anche anticipata ad iniziativa del Cda) e/o convertende in azioni ordinarie da emettere ed il loro godimento”.

Dopo il voto dell’assemblea, il consiglio avrà 18 mesi massimi per avviare l’operazione.