Banco BPM, analisti: accordo con Cattolica Assicurazioni “diluitivo sugli utili”

6 Novembre 2017, di Daniele Chicca

L’ufficializzazione dell’accordo con Cattolica Assicurazioni del settore bancassurance non scalda i titoli del Banco BPM, che anzi cedono terreno oggi pomeriggio in Borsa a Milano. Per gli analisti il riassetto polizze va bene per il patrimonio ma diluisce gli utili. Equita, che ha un target price di 3,40 euro e un rating di Hold su Banco BPM (ticker: BAMI), così commentato l’accordo raggiunto per la vendita del 65% di Avipop Assicurazioni e Popolare Vita a un prezzo che valorizza la totalità delle società 1,265 miliardi (per un rapporto P/E dell’esercizio 2017 pari a 12,4 volte).

“Dal punto di vista economico, ante eventuali sinergie, il deal risulta però 3% diluitivo sull’utile 2019 di BAMI visto che la neutralità sul capitale è garantita dall`aver venduto una quota più alta (65%) nelle due società rispetto a quella detenuta attualmente (50%). Il nostro investment case su BAMI, basato sul fatto che nel breve (2017- 2018) non è possibile ipotizzare una significativa accelerazione nel derisking con impatto positivo sui multipli di mercato, è quindi confermato”.