Banche venete, Intesa Sanpaolo: acquisizione anticipata a dicembre

21 Settembre 2017, di Alberto Battaglia

L’integrazione delle banche venete sarà anticipata a dicembre: lo hanno comunicato in una nota diffusa a tutti i dipendenti di Intesa Sanpaolo il responsabile Banca dei Territori Stefano Barrese e il Coo di Intesa Sanpaolo, Eliano Lodesani.

“L’integrazione delle ex Banche Venete sarà anticipata a dicembre, rispetto alla data inizialmente prevista di metà febbraio”, si legge nella nota, “Questo perché vogliamo che Intesa Sanpaolo sia una banca unita e ancora più forte già dal 1° gennaio 2018, anno del nostro nuovo Piano d’Impresa. La migrazione informatica della ex Popolare di Vicenza e della ex Veneto Banca avverrà nel week end 8-10 dicembre. […] Dal 1° gennaio 2018 saremo a tutti gli effetti una banca unica”, prosegue la comunicazione, “che crede nel valore delle sue persone, capace di mettere in sicurezza i risparmi della clientela e di continuare a fare credito alle aziende che vogliono crescere insieme a noi – annunciano – La sfida che ci aspetta è grande e saranno necessari l’energia, la velocità e la capacità di trovare soluzioni fuori dagli schemi da parte di ognuno di noi”.