Banca Generali, utili stabili e ricavi in crescita nei primi 9 mesi del 2020

5 Novembre 2020, di Alberto Battaglia

Banca Generali ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con ricavi in salita del 10% e un utile netto stabile. In miglioramento, sotto il profilo della solidità patrimoniale anche il Cet1 ratio al 20,4% (Tcr al 21,7%). E’ quanto risulta dalla relazione approvata dal Cda, di seguito i dati salienti al 30 settembre 2020:

  • Utile netto: 195,8 milioni (invariato su base annua)
  • Utile netto ricorrente: 116,1 milioni (+7%)
  • Ricavi totali: €447,4 mln (+10%)
  • Costi operativi ‘core’: 136,8 milioni (+2%)

La raccolta ha visto, in termini percentuali, un deciso aumento del 22% per quanto riguarda le masse assistite dalla consulenza evoluta (5,4 miliardi di euro). La raccolta netta nei nove mesi è stata pari a 4,1 miliardi (+8%)

I dati del terzo trimestre

L’utile netto del trimestre è risultato stabile a 63,8 milioni (+1%), comprendendo in questo
risultato anche l’aumento degli oneri per i fondi bancari (7,1 milioni, +91%) e un aumento di 4,8
punti percentuali nel livello di tassazione (passata dal 16,7% al 21,5%).

Il margine di intermediazione si è attestato a 145,2 milioni, con un incremento del 7% favorito
dalla positiva dinamica del margine d’interesse (24,7 milioni, +22%) e delle commissioni nette
ricorrenti a 91,6 milioni (+6%).

Il titolo Banca generali è in spolvero oggi a Piazza Affari con un’accelerazione pomeridiana che lo sta spingendo a 27,46 euro