Banca Generali, Brexit pesa sui conti del primo semestre

26 Luglio 2016, di Daniele Chicca

La prima metà dell’anno si è chiusa con profitti netti pari a 67,3 milioni di euro per Banca Generali. Nell’approvare i conti, il CdA dell’istituto guidato dal Direttore Generale Gian Maria Mossa ha citato le turbolenze e incertezze esterne tra cui la Brexit come un fattore che ha pesato sui risultati fiscali.

Il primo semestre ha visto management fees sui 237,1 milioni, masse totali pari a 43,6 miliardi e una raccolta netta di 2,9 miliardi di euro. In particolare la banca pone l’accento sulla prima voce la quale, essendo libera dalle componenti più volatili di trading, ha registrato un incremento del 6%, attestandosi a un nuovo massimo di 237,1 milioni.