Banca centrale argentina in soccorso del peso, tassi su al 60%

30 Agosto 2018, di Mariangela Tessa

Dopo la stretta di ben 500 punti base del 13 agosto scorso, la quarta fatta a sorpresa nel 2018, oggi la Banca centrale argentina ha alzato ancora i tassi di interesse, portando il costo del denaro il costo del denaro del 15% al 60%.

La mossa è legata allo scivolone del 15% del peso argentino, che già ieri aveva subito un calo del 7% circa. Soltanto 17 giorni fa l’istituto si era impegnato a tenere i tassi fermi fino almeno ad ottobre; ora conta di non tagliarli prima di dicembre.