Baii, entrano 13 nuovi membri. Tra questi Canada e Belgio

23 Marzo 2017, di Mariangela Tessa

Entrano 13 nuovi Paesi nella Banca asiatica d’investimento nelle infrastrutture (Baii), lanciata dalla Cina. Pechino ha fatto sapere di aver approvato l’adesione di 13 nuovi membri tra cui Canada, Hong Kong, Belgio, Irlanda, Ungheria, Venezuela e Perù.

Sale così a 70  il numero totale dei membri della Banca. Particolarmente significativa l’adesione del Canada dopo il rifiuto di Stati Uniti e Giappone.

L’obiettivo della Baii è quello di finanziare progetti infrastrutturali in Asia; su 57 membri fondatori, circa 20 sono occidentali (Francia, Germania, Regno Unito); l’istituto di fatto è un contrappeso alla Banca mondiale e alla Banca asiatica di sviluppo controllate rispettivamente da Usa e Giappone.