Azionisti IBM approvano di misura l’aumento di salario del Ceo a 33 milioni

8 Maggio 2017, di Alberto Battaglia

Crescono le perplessità per gli azionisti di IBM dopo che l’assemblea ha approvato, con maggioranza debole, l’aumento del salario per il Ceo, Ginni Rometty, a 33 milioni di dollari. La cifra rende la Rometty una fra le manager più più pagate fra le società che compongono il listino S&P 500: per fare un raffronto, il salario di Tim Cook (ad di Apple) si ferma a “soli” 9 milioni. Dietro a Rometty (nel settore tech) si piazza il Ceo di Microsoft Satya Nadella (18 milioni). Nonostante il compenso sontuoso IBM ha recentemente perso la fiducia di uno dei suoi più affezionati sostenitori, Warren Buffett, che ha venduto un terzo delle proprie quote nel capitale della società attiva nel settore tecnologico.