Azionario Asia giù: Tokyo chiusa, mercati scontano dato Cina

5 Maggio 2016, di Laura Naka Antonelli

Sessione per lo più negativa per l’azionario in Asia, dove le Borse del Giappone, Corea del Sud, Indonesia e Thailandia sono rimaste chiuse per festività nazionale. Delusione per il dato della Cina relativo al PMI servizi, elaborato da Caixin, che ad aprile si è attestato a 51,8 punti, dunque in fase di espansione in quanto superiore ai 50 punti, ma in rallentamento rispetto ai 52,2 di marzo.

Praticamente invariato l’indice della borsa di Sidney: protagonista il titolo BHP Billiton, che ha ceduto oltre -2%, dopo il tonfo -9,4% di mercoledì, con gli investitori che devono ancora digerire la notizia della causa per un valore di $43 miliardi intentata in Brasile contro BHP Billiton, Samarco e Vale, per il disastro ambientale che ha colpito il Brasile, a novembre, che si è tradotto nella morte di 19 persone e nello sversamento di sostanze tossiche. Tutto, provocato dal crollo di due dighe che contenevano diversi milioni di rifiuti tossici derivanti da operazioni effettuate dai colossi minerari.