Azionario Asia giù, Nikkei -0,79%. Boom inflazione in Cina

10 Gennaio 2017, di Laura Naka Antonelli

Chiusura prevalentemente negativa per l’azionario asiatico. L’apprezzamento dello yen pesa sulla performance della borsa di Tokyo, che vede l’indice Nikkei cedere -0,79% a 19.301,44 punti. Shanghai sotto pressione, -0,30% circa, dopo la pubblicazione del dato relativo all’indice dei prezzi alla produzione – termometro dell’inflazione – in Cina, balzato a dicembre al record in cinque anni.

L’indice, in particolare, è salito a un tasso del 5,5% su base annua, rispetto al +4,5% atteso dagli analisti di Reuters, e dell’1,6% su base mensile. Sidney -0,80%, Seoul -0,18%. Positiva invece la performance di Hong Kong, +0,50% circa.